Gravidanza e Allattamento

Gravidanza e Allattamento

Gravidanza e Allattamento

Se hai convertito la tua cagna all’alimentazione a cibo crudo e stai adottando il metodo BARF per la prima volta, potresti avere dubbi sulla capacità della cagna e dei cuccioli in grembo di ricevere tutto il nutrimento necessario.

L’alimentazione della cagna è cruciale perché i cuccioli dipendono dalla madre per il nutrimento e gli anticorpi nelle prime settimane, che sono fondamentali per la loro salute.

È essenziale utilizzare solo cagne in ottima salute per la riproduzione. Evita quelle con scarso interesse per i cuccioli, difficoltà nel parto, allergie, problemi comportamentali o malattie croniche. La scelta del cane per la riproduzione non deve basarsi solo sull'aspetto estetico, poiché la salute della madre è determinante per la salute dei cuccioli.

Se decidi di far partorire una cagna sana, assicurati che sia in ottime condizioni fisiche e psicologiche già prima dell'accoppiamento. Un'alimentazione corretta è importante, ma anche il movimento, un ambiente pulito, il contatto con altri cani e la famiglia contribuiscono al benessere generale del cane.

Durante la gravidanza, è fondamentale mantenere il peso della cagna stabile, evitando sovrappeso che può complicare il parto o sottopeso che può ridurre la produzione di latte durante l'allattamento.

Inoltre, assicurati che la cagna abbia sufficiente movimento per il metabolismo e il benessere psicologico, evitando stress e attività fisiche troppo intense come il salto.

Alimentazione della cagna durante la gravidanza

Fino alla quinta – sesta settimana di gravidanza, la cagna non ha bisogno di più cibo del solito perché la crescita dei feti è limitata. I feti raggiungono solo il 30% del loro peso alla nascita entro la quinta settimana, e spesso le cagne mostrano un calo dell'appetito nella quarta o quinta settimana di gravidanza, il che è normale.

Nel primo periodo di gravidanza, puoi continuare a dare alla cagna il suo cibo abituale nella quantità normale, ma assicurati che riceva tutti i minerali, vitamine, microelementi e acidi grassi essenziali di cui ha bisogno. Durante l'ultimo terzo della gravidanza, il fabbisogno energetico aumenta fino a 1,5 volte, quindi è consigliabile aumentare gradualmente il cibo del 15% a settimana a partire dalla quarta settimana di gravidanza. Tuttavia, osserva attentamente la cagna per evitare un aumento eccessivo di peso.

Nelle ultime due settimane di gravidanza, è preferibile distribuire il cibo della cagna in 3-4 pasti al giorno per facilitare la digestione e renderle più comodo il nutrimento. Verso la fine della gravidanza, evita di dare ossa in grandi quantità e opta per cibi facilmente digeribili.

Se segui un piano dietetico specifico, assicurati che contenga gli integratori necessari e le giuste quantità di cibo adatte alle cagne in gravidanza. Se il piano prevede una quantità elevata di ossa, puoi ridurne la quantità nelle ultime settimane senza compromettere l'apporto di calcio necessario.

Integratori alimentari durante la gravidanza e l'allattamento

Nell'attuale panorama alimentare, spesso carente di vitamine e minerali essenziali, è consigliabile integrare la dieta giornaliera della cagna durante la gravidanza. Ecco alcuni integratori raccomandati:

  1. Foglie di lampone: favoriscono la forza dell'utero e facilitano le fasi del parto. Possono essere mescolate direttamente al cibo o utilizzate per preparare una tisana da somministrare con ogni pasto.

  2. Alfalfa: ricca di calcio, ferro, zinco, vitamine A, B, K, biotina e microelementi essenziali.

  3. Vitamina C: importante per lo sviluppo osseo e cartilagineo, facilita il parto e previene la nascita di cuccioli deboli. Raccomando un'integrazione moderata insieme ad altre fonti naturali come acerola e rosa canina.

  4. Alghe marine (Blasentang): stimolano il metabolismo, ricche di iodio per una sana funzione tiroidea, aminoacidi e minerali come il calcio.

  5. Aglio: purifica il sangue, rinforza il sistema immunitario e previene l'infestazione da vermi. Durante l'allattamento, è utile per trasmettere benefici al latte.

  6. Acidi grassi essenziali (Omega 3): presenti nell'olio di semi di lino e di pesce (evitare l'olio di fegato di merluzzo), fondamentali per la salute durante la gravidanza e l'allattamento.

  7. Vitamina E: antiossidante che protegge gli acidi grassi essenziali dai radicali liberi, essenziale per prevenire aborti e problemi di parto e per lo sviluppo del sistema immunitario.

  8. Vitamine del gruppo B: cruciali per lo sviluppo dei cuccioli, particolarmente la vitamina B9. Una dieta cruda generalmente fornisce una quantità adeguata, integrare con fegato due volte a settimana.

  9. Vitamina D: sintetizzata tramite l'esposizione solare, presente in pesce, fegato, latticini e verdure a foglia verde.

  10. Vitamine K1 e K2: importanti per la coagulazione del sangue e la salute ossea, presenti in pesce, fegato, alfalfa, alghe, tuorlo d'uovo e olio di pesce. Evitare la vitamina K3 sintetica, associata a rischi per la salute.

  11. Zinco: favorisce la crescita sana dei cuccioli e rafforza il sistema immunitario.

  12. Calcio e fosforo: essenziali per lo sviluppo osseo, la funzione cardiaca e la circolazione sanguigna. In un'alimentazione cruda, l'assunzione di ossa o un'integrazione di calcio è fondamentale. Assicurarsi di mantenere un rapporto corretto tra calcio e fosforo (1,1:1 - 1,5:1).

È cruciale garantire che la cagna riceva un apporto sufficiente di nutrienti durante questo periodo critico per la salute sua e dei suoi cuccioli.

La nascita

Se la cagna è molto stanca durante il parto, si può aiutarla somministrandole frequentemente pasti liquidi. Un po' di latte di capra o succo di frutta con uovo e miele forniscono rapidamente energia senza appesantire la digestione.

Lattazione

Dopo il parto, il fabbisogno della cagna aumenta notevolmente e dipende dalla quantità dei cuccioli. Nella prima settimana, spesso è sufficiente incrementare il cibo di 1,5 volte, a meno che ci siano molti cuccioli. Dalla terza alla quarta settimana dopo il parto, il fabbisogno aumenta fino a 2,5 volte. È essenziale lasciare sempre acqua fresca a disposizione.

Anche in questo periodo è importante garantire un adeguato apporto di calcio e mantenere un rapporto "calcio/fosforo" di circa 1,5:1. È consigliabile monitorare il peso della cagna per evitare un dimagrimento eccessivo e pesare i cuccioli quotidianamente per verificare che aumentino di peso.

Gli alimenti seguenti aiutano a stimolare la produzione del latte materno: latte crudo (non trattato) di mucca o di capra, carote, fiocchi di avena, alghe, melassa, miele, uova, alfalfa, farina di slippery elm e borragine.

La cagna dovrebbe allattare i suoi cuccioli finché desidera, a condizione che riesca a farlo senza impoverirsi troppo. Attualmente, spesso i cuccioli vengono parzialmente alimentati a partire dal 21º giorno per "risparmiare" la cagna e per poter vendere i cuccioli più presto possibile. Una cagna sana continua a offrire latte ai suoi cuccioli una o due volte al giorno anche dopo 8 settimane. Non dovrebbe essere impedita, a meno che la cagna non dimagrisca eccessivamente. Spesso la cagna partecipa volentieri all'alimentazione solida dei cuccioli, rigurgitando il cibo consumato per offrirlo ai suoi piccoli. Questo comportamento è normale e salutare e non dovrebbe essere scoraggiato. Naturalmente, è importante che la cagna mangi a sufficienza per coprire anche il suo fabbisogno (alimentarla due volte).

Conclusioni
Allevare cani non significa solo nutrirli correttamente. I cani hanno bisogno di molte cose: sole, aria aperta, movimento, stimolazione, educazione, contatto con le persone e con i loro simili. Tutti questi elementi contribuiscono alla loro salute e al loro sviluppo, e è essenziale garantire che ricevano tutto ciò oltre a una buona alimentazione.

Con questo spero di avervi aiutato un po' nell'alimentazione naturale delle cagne gravide e vi auguro tanto divertimento e salute per i vostri futuri cuccioli cresciuti in modo naturale.

Autore: Simone Margarete Wilske copyright - tutti i diritti riservati

Si è verificato un errore durante l'aggiornamento del carrello. Riprova più tardi.

Si è verificato un errore durante l'aggiornamento del carrello. Riprova più tardi.

Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Continua lo shopping